LE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO

LE ORIGINI…

Le Società di Mutuo SoccCongresso - nascita delle società di mutuo soccorsoorso nacquero a metà Ottocento allo scopo di colmare le lacune e le carenze dello stato sociale e tutelare i lavoratori dagli infortuni e dalle malattie. Le prime Società di Mutuo Soccorso ebbero origine nel 1848 e si concentrarono soprattutto in Piemonte e Liguria, dove furono riconosciute dalla borghesia liberale moderata come lo strumento più idoneo ad ammortizzare il costo sociale del progresso e stemperarne le conflittualità.

Il 15 Aprile 1886 fu istituita la legge n° 3818, il primo atto legislativo che disciplina la costituzione ed il funzionamento delle Società di Mutuo Soccorso. La normativa dettava le condizioni alle quali le società avrebbero dovuto attenersi nei rapporti con lo Stato e con le sue istituzioni: il soccorso ai soci come finalità, il risparmio come mezzo e la mutualità come vincolo.
Poiché era volontà dello stato evitare che, attraverso le Società di Mutuo Soccorso, le risorse economiche e la classe operaia si concentrassero a tal punto da diventare un potenziale strumento di sedizione e scontro sociale fuori controllo, la legge ne specificò molto chiaramente le finalità operative all’ art. 1: «assicurare ai soci un sussidio, nei casi di malattia, d’impotenza al lavoro o di vecchiaia, venire in aiuto alle famiglie dei soci defunti». L’art. 2 aggiungeva: «le Società di Mutuo Soccorso potranno inoltre cooperare all’educazione dei soci e delle loro famiglie, dare aiuto ai soci per l’acquisto degli attrezzi del loro mestiere ed esercitare altri uffici propri delle istituzioni di previdenza economica.»

...L'EVOLUZIONE...

Statuto Società di Mutuo SoccorsoIl 5 Settembre 1900 nacque la Federazione Italiana delle Società di Mutuo Soccorso (dal 1912 “Federazione Italiana delle Società di Mutuo Soccorso e delle Casse degli Istituti di Previdenza”), poi sciolta con decreto prefettizio nel periodo che va dagli anni ’20 agli anni ‘40 e ricostituita nel 1948, accogliendo le Società di Mutuo Soccorso sopravvissute e assumendo la denominazione di Federazione Italiana della Mutualità (FIM), che , dopo il congresso del 1984, divenne Federazione Italiana Logo FIMIVdella Mutualità Integrativa Volontaria (FIMIV).

Nel secondo dopoguerra la copertura sanitaria dei lavoratori fu affidata ad enti mutualistici nazionali obbligatori e di categoria, diversificati per livelli contributivi ed assistenziali, quindi ben lontani dal concetto di volontarietà delle adesioni e di integrazione espresso dalle Società di Mutuo SoccorsGazzetta ufficiale della repubblica italianao.
Nel 1978 nacque il Servizio Sanitario Nazionale (SSN): assistenza sanitaria uguale per tutti i cittadini. Gli enti mutualistici furono soppressi ed i relativi beni e personale dipendente inglobati dal sistema sanitario pubblico. La mutualità volontaria non fu toccata dal provvedimento, perché liberamente costituita e avente finalità di erogare prestazioni di assistenza integrativa al SSN.

Tuttavia rimanevano grandi difficoltà a garantire i servizi a livello territoriale poiché i costi erano sempre più alti e fu così che nacque la legge n° 502 del 30 Dicembre 1992 che introdusse la costituzione di fondi sanitari integrativi finalizzati all’erogazione di prestazioni aggiuntive rispetto a quelle del SSN.
La legge n° 229 del 16 Luglio 1999 ribadì la razionalizzazione del SSN per «assicurare un assistenza sanitaria di qualità, efficiente ed efficace a tutti i cittadini, nel rispetto dei principi della dignità della persona umana, del bisogno di salute, dell’equità nell’accesso all’assistenza, nonché dell’economicità nell’impiego delle risorse». Entrambe le leggi riconoscono alle Società di Mutuo Soccorso il duplice ruolo istitutivo e gestionale dei fondi sanitari integrativi. Logo 170 anni di mutuo soccorso - storia della mutua . Le Società di Mutuo Soccorso che svolgono oggi attività sanitaria sono state così definite:- «Organizzazioni prevalentemente private variamente nominate, che raccolgono risparmio dei singoli cittadini o di gruppi di cittadini o risparmio di tipo contrattuale,al fine di fornire prestazioni che integrano quelle assicurate dal Servizio Sanitario Nazionale, secondo modalità non orientate al profitto».

..AD OGGI

ORGANIZZAZIONE E CARATTERISTICHE

Mani intrecciate con vernice - storia della mutua

Le Società di Mutuo Soccorso sono organizzazioni senza scopo di lucro
La loro nascita avviene tramite l’associazione di persone che versano contributi economici al fine di ottenere prestazioni di assistenza e sussidi nei casi di bisogno.
Le Società di Mutuo Soccorso promuovono la cultura della mutualità, concepita come valore universale insito nella vita comunitaria degli uomini, favorendo la coesione sociale e la convivenza pacifica.
In sintesi le Società di Mutuo Soccorso:

  1. non hanno scopo di lucro, ma nemmeno finalità di beneficenza: i soci devono pagare un contributo annuo e la somma dei contributi di tutti costituisce il patrimonio da cui derivano le prestazioni destinate al singolo socio in situazioni di necessità;
  2. non prevedono la remunerazione del capitale perché non ci sono azionisti da compensare, ma soci da sostenere in presenza di bisogni opportunamente accertati;
  3. sono accessibili alla collettività sulla base dei rispettivi statuti e regolamenti, non selezionano e non discriminano per condizioni soggettive e individuali; possono piuttosto adottare regole al fine di garantire la sostenibilità e disincentivare adesioni opportunistiche;
  4. garantiscono al socio l'assistenza a vita perché il rapporto Associativo è volontario e non può essere interrotto unilateralmente da parte della società;
  5. promuovono la partecipazione alla vita Associativa, la conoscenza delle regole comuni e la trasparenza delle decisioni attraverso l'educazione, l'informazione e la formazione. L'attività mutualistica, attraverso i suoi amministratori, deve garantire ai soci la correttezza e la trasparenza delle azioni di rendicontazione; tutti i soci possono partecipare democraticamente agli organi costituenti la società, nonché alle scelte strategiche della stessa Società di Mutuo Soccorso a cui appartengono, mediante il voto;
  6. non svolgono attività di impresa commerciale né applicano il trasferimento del rischio, ma operano nel principio solidaristico della ripartizione degli oneri.

LE ATTIVITÀ DI MUTUO SOCCORSO: ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA E SOCIO SANITARIA

Mani di una famiglia che stringono un cuore - storia della mutuaLe Società di Mutuo Soccorso svolgono attività a rilevanza sanitaria e socio-sanitaria che prevedono:
  1. Rimborsi e sussidi per prestazioni e trattamenti sanitari e socio-sanitari, inclusa l'odontoiatria.
  2. Accesso agevolato a prestazioni e trattamenti sanitari e socio-sanitari presso le strutture convenzionate in Italia.
    Le Società di Mutuo Soccorso hanno ampliato la rete delle convenzioni garantendo ai soci l'accesso in forma diretta alle prestazioni, attraverso il pagamento direttamente a carico della mutua.
  3. Assistenza alla non autosufficienza, temporanea o permanente accertata.
Le società possono organizzare, per i soci ma anche per le comunità di riferimento, attività a rilevanza culturale e sociale che riguardano:
- La diffusione dei valori mutualistici mediante pubblicazioni, esposizioni, convegni, manifestazioni a cura delle singole società, anche con il contributo di alcune amministrazioni regionali
- L'educazione alla prevenzione di patologie diverse e diffuse mediante unità mediche mobili oppure avvalendosi di appositi spazi attrezzati all'interno delle proprie strutture
- L'organizzazione di servizi per il trasporto e l'accompagnamento nelle strutture sanitarie ospedaliere e mediche e la costituzione di presidi infermieristici o medico-ambulatoriali presso le sedi di società situate nelle aree più disagiate.

FONDI SANITARI INTEGRATIVI

Mani di una famiglia che stringono un cuore

Le Società di Mutuo Soccorso erogano le proprie prestazioni a persone fisiche (o giuridiche), che possono essere soci o assistiti, questi ultimi intesi come beneficiari di un rapporto Associativo mediato da un fondo sanitario o da un’altra Società di Mutuo Soccorso.

Il rapporto Associativo può essere espressione di:
- Volontà individuale di singole persone
- Volontà collettiva non contrattualizzata di gruppi di lavoratori
- Volontà mediata da una contrattazione o da un regolamento interno in favore dei lavoratori dipendenti di un'azienda che istituisce il proprio fondo sanitario attraverso una Società di Mutuo Soccorso.